Chiacchiere di pietra tra piccoli borghi e parlamento

Gli antichi borghi italiani hanno almeno un paio di caratteristiche in comune: gli anziani seduti ad ascoltare il tempo che scorre e il silenzio delle grandi pietre lisce dei selciati e delle mura quando scende la sera. Più umili le prime, un po’ più altezzose le seconde, ma tutte sono silenziose perché non hanno più molto da raccontarsi. Dopo tanti secoli in cui hanno visto artisti, guerrieri, scienziati, popolani e signori spalmare le loro storie sulla loro eterna superficie, oggi si annoiano perché non succede più niente. E quindi, anche loro, aspettano in silenzio.


puglia-tra-masserie-e-fregnacce-extralusso

Puglia: tra masserie e fregnacce extralusso

Flavio Briatore dice una grande fregnaccia costellata di piccole verità. La scemenza è che la Puglia abbia bisogno di replicare all'infinito il modello Twiga. Dice di conoscere i ricchi e dimentica di aggiungere che conosce quelli come lui abituati ad un lusso sfrontato più che sfrenato, di quelli che hanno bisogno che gli altri vedano quanto sono ricchi per sentirsi qualcuno.


Angelo Vassallo, il sindaco pescatore

Ricordando Angelo Vassallo nella sua Pollica, circondati dall'attenzione per i dettagli che lui ha insegnato. Stamattina ho fatto colazione al bar. Un semplicissimo bar di paese. Chiedo un cornetto alla crema. La proprietaria mi dice che non l'ha ancora fatto.


Angelo Vassallo, il sindaco che agiva come sognava

Vi dice qualcosa il nome di Angelo Vassallo? È il nome del sindaco di Pollica, nel parco del Cilento, una delle aree più belle della Campania, che per anni ha lottato per difendere la bellezza del proprio territorio contro l'abusivismo, contro le speculazioni, contro lo stupro dell'uomo. E proprio per questo è stato ucciso. Sei anni fa. Il cinque settembre. Oggi.


Satirando

Mi sfugge l'orizzonte delle cose. Non ho mai scritto "je suis Charlie" perchè il mio unico "je suis" lo avevo dedicato ad Ahmed, il poliziotto musulmano ucciso sul marciapiede.